sabato 1 novembre 2008

Google Street View



Street View

È on line il nuovo servizio di Google, Streetview, che offre di “navigare” a 360° nelle foto e percorrere palmo a palmo le strade di alcune città come Roma, Milano, Firenze o altre località (ad esempio il lago di Como).
Le nuove località si aggiungono a Cuneo e ad alcuni comuni della provincia granda, già beneficiati del servizio di Google in occasione della tappa oltre-confine dell'ultimo Tour de France, nel luglio scorso.
L'Italia si aggiunge così a Francia (con Parigi, Lione, Marsiglia, Nizza, Lille e Tolosa) e Spagna (con Barcellona, Madrid, Siviglia e Valencia), uniche nazioni europee in cui il servizio è già disponibile da qualche settimana. A livello mondiale invece oltre agli Stati Uniti, dove le Street View sono online dal maggio del 2007, sono state già incluse alcune località australiane e le principali città del Giappone.

Spostarsi avanti e indietro tra i vicoli del centro storico, girare attorno ai monumenti e poterli esaminare fin nei particolari, scegliere percorsi e vederli scorrere come in un film. Non è mai esistito prima uno strumento altrettanto versatile e altrettanto accessibile (basta una connessione a internet, non c'è bisogno di scaricare né di installare nulla) per viaggiare restando seduti al proprio pc. O per avere una guida tridimensionale da consultare sul cellulare.
L'integrazione delle tre città viene, infatti, vista più che come un divertissment soprattutto come un'ottima occasione per favorire il turismo, dando delle succulente anteprime a chi non è mai stato ad esempio in piazza Santa Croce Firenze, e per la scelta di locali di ristorazione e pernottamento prima di effettuare la scelta di dove trascorrere il proprio tempo libero.

In primavera le auto nere a noleggio con le insegne di Google e l'apparecchiatura di ripresa sul tetto erano state segnalate e paparazzate in diverse località ed è probabile che nelle prossime settimane altre città si aggiungano all'elenco.
Street View costituisce un ampliamento di Earth, delle mappe e degli altri servizi di Google che l'avevano preceduto.

Gli usi di questo nuovissimo prodotto possono essere infiniti…. dalle agenzie immobiliari, agli studi tecnici, alla verifica degli abusi edilizi: qualsiasi necessità professionale che richieda di ricostruire la forma urbis dispone d'ora in poi di un punto di riferimento imprescindibile. Con il consueto corollario di timori per gli abusi e la privacy. Infatti, fin dall’anno scorso, quando venne lanciato negli Stati Uniti, Street View sollevò perplessità e polemiche. Poco dopo il debutto Google decise di adottare un algoritmo in grado di individuare volti e targhe di automobili e di renderli irriconoscibili. Questo sistema automatico però non sempre è infallibile, tanto che è possibile chiedere la rimozione di una fotografia che si ritenga lesiva della propria immagine.

http://maps.google.com/help/maps/streetview/

1 commento:

AleB ha detto...

ciao,
interessante Google Street View e interessante il post... l'ho riportato nel mio blog.
Un saluto